Modalità SFD

作品1

Ridà la texture così com'è

Ridà la texture così com'è

Ho preso una rosa rossa con un panno di seta rosso per lo sfondo. Anche con una buona padronanza della luce, è difficile ridare la caratteristica texture morbida della seta.
Tuttavia, quando si scattano fotografie utilizzando la modalità SFD, la seta che tende ad essere una texture dura mostra un'aspetto morbido e liscio proprio come fosse il tessuto stesso.
E quando si scatta in fotografie digitali, le rose, che spesso appaiono come finte, si sono rivelate con gradevoli gradazioni di rosso e ho potuto anche ridare la texture come fosse velluto.
Sd Quattro è una macchina fotografica che mostra già immagini meravigliose, ma usando la modalità SFD, migliora ancora.

Un mondo tutto bianco

Un mondo tutto bianco

Ho cercato di scattare una foto di piatti bianchi e di fiori bianchi su un vetro bianco, nella luce morbida di una finestra. In tal caso il rumore tende a essere evidente nelle ombre rovinando così la composizione in bianco.
Tuttavia, la modalità SFD ha prodotto un mondo perfettamente bianco senza che ci si debba preoccupare del rumore. Una splendida gamma di bianchi rende benissimo la morbidezza dei petali.
La delicata trama dei petali bianchi, facilmente danneggiati da un tocco, si apre nel mio cuore.

Modalità SFD
Modalità SFDRumore al centro del fiore, brutto a vedersi.
X3F
X3FRumore al centro del fiore, brutto a vedersi.
Modalità SFD
Modalità SFDPiacevole gamma di bianchi e delicata texture dei petali
X3F
X3FLa gamma dei bianchi non è male, ma sulla texture c'è da eccepire
Nero su Nero

Nero su Nero

Ho provato a riprendere un negozio di lacche con un panno di velluto nero come sfondo. La lacca è uno di quei soggetti molto difficili. Specialmente la vernice nera è estremamente difficile da ridare in fotografia. Oltre a ciò, per esprimere il nero del nero ho usato la luce debole della mattina presto proveniente dalla finestra.
Questa è una situazione che sfida i limiti delle fotocamere digitali.
Normalmente, le immagini scattate in una situazione simile, le lacche nere si confondono con lo sfondo di velluto nero e diventano indistinguibili.
Utilizzando la modalità SFD, tuttavia, il soggetto nero si distingue ancora dal fondo scuro.
Normalmente ciò che succede è che i neri sono poco brillanti e senza particolari Quando si utilizza la modalità SFD la gamma dinamica è molto ampia e sottolinea la composizione monocromatica.
Inoltre, il mondo nero si esprime senza rumore di disturbo.

Modalità SFD
Quando si esegue la ripresa in modalità SFD, è meglio regolare l'immagine considerando quanta ombra è necessaria, come dovrebbe essere evidenziata, ecc.
Ciò per creare un'immagine di alta qualità. Durante lo sviluppo, la modalità AUTO fornisce una migliore gamma dinamica.
Naturalmente, è possibile regolare i singoli parametri in base alle proprie preferenze, ma è necessario fare attenzione a non rendere l'immagine “troppo lavorata."
X3F
Ho provato il filtro Camera Raw di Photoshop per vedere quale tipo di gamma dinamica forniscano i dati SFD.
Come si può vedere le luci e le ombre sono molto ampie. E non c'è rumore, anche quando aumenta molto la saturazione non ci si deve preoccupare: SFD è facile da usare e ha un'ottima tolleranza.

Nota

Quando si scatta per lavoro una fotografia,la ripresa significa “costruire2 il soggeto. I layout sono importanti. Tuttavia realizzare l’immagine non è solo questo. Il risultato si raggiunge passando attraverso l'elaborazione delle immagini, lo sviluppo ecc. Per vere una buona immagine bisogna partire da buoni dati. La modalità SFD esalta le prestazioni del sensore Foveon ed è eccezionale per catturare atmosfere quasi a 3 dimensioni. È una funzione che fornisce un'ampia gamma dinamica ricca di sfumature e senza rumore. Le condizioni per fotografare in questa modalità sono limitate dal fatto che il soggetto deve essere fermo e la fotocamera dev’essere su treppiede. Tuttavia si può ben dire che sia una delle tecniche fotografiche tra le più belle.

森 健児 / Kenji Mori
Kenji Mori
Kenji Mori, nato a Yokohana, Tokyo nel 1958, è attualmente membro dell'Associazione dei Fotografi Pubblicitari Giapponesi (APA). Ha imparato a fotografare frequentando corsi serali di fotografia durante gli studi alle superiori. Ha studiato con Takashi Hamaguchi, Tadahiko Hayashi, Shoji Ueda e Yoshikazu Shirakawa. Le sue opere riguardano fotografia commerciale, editoriale, copertine di album musicali, manifesto, calendari aziendali. Nel 1979 ha creato la sua struttura Kenji Mori Photography Office. Ha tenuto mostre con tema della "fotografia di tendenza" in tutto il paese. Facebook: https://www.facebook.com/kenjimori.photography
Vicino